Pokémon Rosso e Blu

Pokémon Rosso rinvia qua. Se stavi cercando il gioco giapponese con lo stesso nome, vedi Pokémon Rosso e Verde.

Pokémon Blu rinvia qua. Se stavi cercando il gioco giapponese con lo stesso nome, vedi Pokémon Blu (Giappone).

Pokémon Versione Rossa
Pokémon Versione Rossa Boxart ITA.png
Boxart di Pokémon Versione Rossa
Pokémon Versione Blu
Pokémon Versione Blu Boxart ITA.png
Boxart di Pokémon Versione Blu
Informazioni di base
Piattaforma
Genere
GDR
Giocatori
2 contemporaneamente
Connettività
Cavo Game Link(Game Boy)
Comunicazione Wireless(3DS)
Sviluppatore
Game Freak
Distributore
Nintendo
Serie
Classificazione
N/D
E
G (Game Boy) PG (3DS)
G8+
12 (3DS)
N/D
N/D
Date di pubblicazione
Giappone
N/D
Nord America
28 settembre 1998 (Game Boy)
27 Febbraio 2016 (3DS)
Australia
23 ottobre 1998 (Game Boy)
27 febbraio 2016 (3DS)
Europa
5 ottobre 1999 (Game Boy)
27 febbraio 2016 (3DS)
Corea del Sud
N/D
Siti ufficiali
Giapponese
N/D
Inglese
Italiano

Pubblicati il 28 settembre 1998, Pokémon Versione Rossa e Pokémon Versione Blu sono i primi giochi Pokémon ad essere rilasciati in Europa e Nord America. In Giappone furono pubblicati due anni prima. Queste due versioni hanno luogo nella regione di Kanto e il protagonista parte dalla piccola città di Biancavilla. In Nord America furono pubblicati dopo la prima messa in onda della serie animata, iniziata l'8 settembre dello stesso anno.

Il gioco dimostra il concetto originale dei giochi Pokémon: il giocatore deve viaggiare attraverso la regione, combattere contro i Capipalestra e perciò vincere le medaglie, e quando ha conquistato tutte e otto le medaglie, egli deve combattere contro i Superquattro della Lega Pokémon.

Le pubblicazioni delle versioni non sono state uguali tra il Giappone e il resto del mondo. Infatti se nel resto del mondo c'erano le versioni Pokémon Versione Rossa e Pokémon Versione Blu, in Giappone insieme a Pokémon Rosso fu pubblicato Pokémon Verde, mentre Pokémon Blu, che è stato poi la base di script e grafiche per le release occidentali, fu pubblicato circa sei mesi dopo.

Il 12 novembre 2015, nel corso di un Nintendo Direct, sono stati annunciati Pokémon Rosso, Blu e Giallo per la Virtual Console del Nintendo 3DS. Verranno rilasciati in contemporanea mondiale il 27 febbraio 2016, in occasione del ventesimo anniversario della serie. Le versioni sono compatibili con il Pokétrasferitore e di conseguenza con la Banca Pokémon, da cui è possibile inviare i Pokémon catturati in questi giochi nei titoli di settima generazione.

Nonostante siano rilasciati alla fine dell'era del Game Boy, sono presto diventati i giochi per la console più venduti.[1]

Trama

Il protagonista è un ragazzino di 10 anni che abita a Biancavilla, un fittizio paesino nel mondo dei Pokémon. Egli sogna di diventare il più grande allenatore di Pokémon del mondo e un giorno, mentre si sta inoltrando in un campo di erba alta fuori dal suo paese, viene fermato dal Professor Oak, che gli dà la possibilità di scegliere un Pokémon tutto suo, per viaggiare nella regione di Kanto senza correre pericoli. Anche il nipote di Oak, amico di infanzia del protagonista, sceglie un Pokémon tutto suo. Oak dà ai due giovani un Pokédex, dove è possibile registrare elettronicamente ogni Pokémon incontrato e successivamente li lascia andare. I due giovani si separano fin da subito e durante l'avventura dimostrano enormi capacità di combattimento coi loro compagni tascabili, battendo tutte le palestre della regione di Kanto, combattendo coraggiosamente la banda criminale del Team Rocket e successivamente sconfiggendo i Superquattro della Lega Pokémon (gli allenatori più potenti della regione), nella quale alla fine i due rivali si batteranno per lo scontro finale. Il protagonista vince la sfida e si ritira dai combattimenti, per impegnarsi a completare il Pokédex. Dopo averlo completato, riceve un diploma da un tizio ad Azzurropoli, che certifica il suo incredibile successo come allenatore e ricercatore.

Editoriale

"Acchiappali tutti! Il tuo viaggio per diventare il migliore Allenatore di Pokémon di tutti i tempi ha finalmente inizio! Ma non sarà facile: nel bellissimo e vastissimo mondo dei Pokémon ne esistono ben 150 specie diverse. Dopo che avrai incontrato Clefairy, Pikachu e tanti altri, lo spirito del gioco ti prenderà e... vorrai acchiapparli tutti! Cattura i Pokémon, allenali e forma squadre imbattibili. Sviluppa la tua strategia Pokémon e supera brillantemente tutte le sfide e le lotte contro gli Allenatori fino ad arrivare al vertice della Lega Pokémon! Ti aspetta un'entusiamante avventura: riuscirai a diventare il più grande campione di Pokémon mai esistito?"

Connettività

Pokémon Rosso e Blu sono compatibili fra di loro, con Pokémon Giallo, con Pokémon Oro, con Pokémon Argento e con Pokémon Cristallo mediante Cavo Link. Tuttavia, non è possibile effettuare collegamento con le cartucce giapponesi, e addirittura provare ad eseguire uno scambio porterebbe alla corruzione dei dati di entrambe le cartucce. Sono disponibili due azioni che possono essere svolte una volta connessi con altre persone: scambiare Pokémon e lottare.

Differenze nel rilascio Virtual Console

Come per le versioni giapponesi, su Virtual Console sono presenti vari cambiamenti che includono la connettività wireless e la modifica delle animazioni di varie mosse.

Caratteristiche

Palestre

Vengono introdotte le prime otto Palestre con relativi Capopalestra, ognuno specializzato in un tipo differente:

Lega Pokémon dell'Altopiano Blu
Brock
Brock
タケシ
Plumbeopoli
Pewter City
ニビシティ
 
Medaglia Sasso
Misty
Misty
カスミ
Celestopoli
Cerulean City
ハナダシティ
 
Medaglia Cascata
Lt. Surge
Lt. Surge
マチス
Aranciopoli
Vermilion City
クチバシティ
 
Medaglia Tuono
Erika
Erika
エリカ
Azzurropoli
Celadon City
タマムシシティ
 
Medaglia Arcobaleno
Koga
Koga
キョウ
Fucsiapoli
Fuchsia City
セキチクシティ
 
Medaglia Anima
Sabrina
Sabrina
ナツメ
Zafferanopoli
Saffron City
ヤマブキシティ
 
Medaglia Palude
Blaine
Blaine
カツラ
Isola Cannella
Cinnabar Island
グレンじま
 
Medaglia Vulcano
Giovanni
Giovanni
サカキ
Smeraldopoli
Viridian City
トキワシティ
 
Medaglia Terra

Lega Pokémon

La Lega Pokémon di Kanto sono un gradino sopra gli altri; si trovano tutti all'Altopiano Blu, pronti a combattere gli sfidanti. La lotta finale è contro il Campione, il rivale, che non usa un tipo specifico di Pokémon.

Lega Pokémon dell'Altopiano Blu
 
Lorelei
Lorelei
カンナ Kanna
 
Bruno
Bruno
シバ Siba
 
Agatha
Agatha
キクコ Kikuko
 
Lance
Lance
ワタル Wataru
 Blu
Blue
グリーン Green
Vario

Pokémon

Ogni gioco contiene i dati pre-registrati di 151 diverse specie di Pokémon, tra cui Mew, un Pokémon non disponibile per i giocatori di entrambi i giochi in condizioni normali. Nonostante ciò, non tutti i Pokémon sono a disposizione del giocatore, indipendentemente dalla versione. Per completare il Pokédex, i giocatori dovranno usare gli scambi con l'altra versione. Mew è l'unico Pokémon in questi giochi che può essere ottenuto attraverso un evento sponsorizzato Nintendo, un glitch, o tramite un trucco.

Pokémon esclusivi

Ogni versione Pokémon ha dei mostriciattoli esclusivi che si trovano solo in essa e non nella versione corrispondente. In questo modo non è possibile completare il Pokédex con una sola cartuccia, ma bisogna interagire con un altro Game Boy avente la cartuccia della versione corrispondente inserita nello slot della console. Ecco una tabella con i Pokémon esclusivi di Pokémon Rosso e Blu:

Compatibilità

Pokémon Blu e Rosso sono compatibili con Pokémon Giallo, Pokémon Stadium, Pokémon Stadium 2, Pokémon Oro, Pokémon Argento e Pokémon Cristallo; mentre sono completamente incompatibili con i giochi dalla terza generazione in poi.

Sviluppo

Articolo principale: Pokémon Rosso e Verde beta
Articolo principale: Sviluppo

Recensioni

Il gioco ha ricevuto recensioni positive da gran parte della stampa, con un perfetto 10/10 da IGN, affermando che "anche se avete finito la storia principale, potreste non avere ancora tutti i Pokémon del gioco. La sfida di catturarli tutti è veramente l'attrattiva principale del gioco". I giochi hanno ricevuto un punteggio medio di circa l'89% da GameRankings, il secondo voto più alto sul sito per un gioco Pokémon della serie principale, e il 3 ° e 4 ° miglior punteggio per un gioco del Game Boy.

Pur non vantando effetti audiovisivi all'avanguardia, i giovani di tutto il mondo apprezzarono il sistema di gioco e l'aspetto comunicativo degli scambi, che garantivano un divertimento duraturo e variegato che non si esauriva con la conclusione della storia. Le limitazioni grafiche e sonore dei due titoli, inoltre, sono state riconosciute come incentivi allo sviluppo dell'immaginazione e della creatività dei bambini. A tal proposito, il quotidiano inglese The Guardian commentò "Con tutto il gran parlare di motori grafici, texture mapping e simili, c'è qualcosa di fresco in questo superlativo sistema di gioco, che vi fa dimenticare la stucchevole grafica 8 bit."

Critiche

Pur portando i Pokémon alla fama internazionale e continuando l'eredità delle versioni Rossa e Verde, Pokémon Rosso e Blu sono stati attaccati da molte critiche, soprattutto rispetto alle uscite più recenti della serie. Per esempio molti Pokémon somigliano poco alle loro controparti del cartone animato, che ha debuttato quasi contemporaneamente con l'uscita del gioco nel Nord America, o anche con i giochi più recenti, che hanno apportato numerose migliorie, tra le quali nel reparto grafico.

I due giochi sono anche noti per i loro numerosi glitch, tra i quali Missingno., la Città dei numeri, e il glitch di Mew. Nonostante ciò, i glitch sono diventati molto popolari in virtù del fatto che diversi possono essere sfruttati a vantaggio del giocatore. Ad esempio Missingno. consente di moltiplicare il sesto oggetto presente nello zaino.

Colonna sonora

Articolo principale: Game Boy: Entire Pokémon Sounds Collection CD

La colonna sonora rilasciata per Rosso e Verde, Blu è applicata anche su Pokémon Rosso e Blu.

Staff

Articolo principale: Staff di Pokémon Rosso e Blu

Curiosità

  • I nomi dei giochi sono stati scelti perché avrebbero attirato più attenzione, essendo il rosso ed il blu colori della bandiera americana.[2]
  • Lo staff americano per la localizzazione dei giochi ha cercato di cambiare i disegni dei Pokémon, tuttavia, Tsunekazu Ishihara ha rifiutato la proposta.[3]
  • Il retro della confezione afferma che possono essere ottenuti 139 Pokémon diversi in ciascuna partita, senza scambi. Questo numero include tutti i Pokémon che il giocatore deve scegliere tra le opzioni (per esempio sono inclusi sia Omanyte che Kabuto e le rispettive evoluzioni). Pertanto, il vero totale di diversi Pokémon ottenibili in una avventura senza scambi è 124, che esclude le due famiglie evolutive dei Pokémon iniziali non scelti, una famiglia evolutiva dei fossili, due Eeveeluzioni, uno tra Hitmonlee e Hitmonchan, e i quattro Pokémon che si evolvono solo con lo scambio. La lista è basata sullo stato Catturato del Pokédex.
  • Prima dell'uscita delle versioni per Virtual Console i giochi venivano indicati sul sito ufficiale come aventi classificazione per età "3" da parte del PEGI.[4] In seguito hanno ricevuto la classificazione "12", per via del Casinò Rocket.
  • La scelta di tradurre i testi da Pokémon Blu ha causato un paio di errori di traduzione negli scambi in-game. Infatti, un uomo che scambia un Electrode sull'Isola Cannella affermerà che il suo Raichu si è evoluto (in originale il Pokémon da consegnargli era un Kadabra), e un errore simile accade a Celestopoli, dove uno affermerà che il Poliwhirl che ha ricevuto si è evoluto (cosa non possibile in prima generazione, infatti il Pokémon originale era un Haunter).
  • Il Pokémon che compare durante il discorso introduttivo del Professor Oak è un Nidorino. Tuttavia, il verso che fa è di un Nidorina. Questo è un errore che è stato riportato dalle versioni Rosso e Verde giapponesi così come da Pokémon Blu giapponese.
  • Le boxart di Rosso, Giallo e Argento sono le uniche ad avere il logo di Pokémon coperto da un altro elemento. Nel caso di Rosso si tratta della testa di Charizard.
  • Nella guida ufficiale canadese di Pokémon Blu spesso viene usato erroneamente il plurale "Pokémons".
  • In Rosso, la scena iniziale mostra un Gengar ed un Nidorino sono impegnati in una lotta. In Blu, il Nidorino viene sostituito da un Jigglypuff. Tale modifica non è stata fatta in Rosso Fuoco e Verde Foglia, dove in entrambi vi è uno Gengar ed un Nidorina.
  • Secondo la Pokémon Pokédex Collector's Edition (Guida Ufficiale Pokémon), Rosso e Blu sono stati sviluppati da una squadra di nove persone.
  • La confezione inglese dei due giochi rappresentava la scritta "Link to Red/Blue version to catch all 150 monsters" che tradotto è "Collegati con Pokémon Rosso/Blu per catturarli tutti e 150.". Questo può confermare il fatto che Mew, il numero 151, non è necessario per completare il Pokédex, essendo ottenibile solamente tramite glitch.
  • Molte fonti ufficiali, tra cui Pokémon.com[5] ed un'intervista sulla rubrica "Iwata asks",[6], indicano erroneamente la data di rilascio in Europa come il 10 giugno 1999. Ciò è dovuto al fatto che si è fatta confusione tra le strutture delle date americane e quelle europee.
    • La data comunemente accettata (8 ottobre 1999), non tiene comunque conto del fatto che non esiste una singola data di uscita europea, ma un periodo compreso tra il 5 e l'8 ottobre 1999 a seconda del Paese.
  • Secondo l'edizione 2017 del libro dei Guinness World Records, speciale Videogiochi, Jacob "Shenanagans" Criminski ha stabilito un nuovo record completando Pokémon Blu con glitch in 25 minuti e 53 secondi bendato.

In altre lingue

Riferimenti