Apri il menu principale

Pokémon Central Wiki β

Episodio Delta

201PEMS.pngAttenzione: spoiler! Questa sezione può contenere rivelazioni sulla trama.201PEMS.png

L'Episodio Delta è una serie di eventi che seguono la prima vittoria del giocatore alla Lega Pokémon di Hoenn in Rubino Omega e Zaffiro Alpha. A svolgere il ruolo centrale nell'Episodio è un meteorite che è in orbita di collisione con il pianeta e un nuovo personaggio, Lyris.

Indice

Trama

 
Artwork promozionale per l'Episodio Delta

Dopo che il giocatore ha sconfitto Rocco ed è diventato Campione per la prima volta, l'Episodio Delta è sbloccato. Una volta riavviato il gioco, una sequenza animata parte, mostrando il Centro Spaziale di Verdeazzupoli e una sirena in azione. Un meteorite è in procinto di impattarsi su "una piccola isola a sud-est di Ceneride, nei pressi del Percorso 131", probabilmente la Torre dei Cieli. Il Professor Cosmi, insicuro dell'origine o della natura del meteorite, in quanto il meteorite pare in grado di poter modificare la sua traiettoria, si mette a pensare un modo per fermare il meteorite. Intanto, una Recluta Magma/Recluta Idro chiamata Lyris e accompagnata da un Whismur chiamato Siryl, viene mostrata in cima alla Torre dei Cieli mentre toglie il suo travestimento da Recluta. Ella, a conoscenza del meteorite, cita la necessità di affrettarsi in quanto il tempo è poco e crede che il giocatore abbia peggiorato la situazione impedendo l'Archeorisveglio di Groudon/Kyogre; inoltre cita la necessità di una Pietrachiave per far rinascere Rayquaza e distruggere il meteorite.

Albanova

Il giocatore inizia nella sua camera da letto ad Albanova, come è la norma dopo aver battuto la Lega Pokémon di Hoenn. Al piano di sotto, la Mamma e Norman stanno discutendo della pioggia di meteoriti che potrà essere vista a Verdezzupoli. Norman, impossibilitato a venire per degli impegni nella Palestra, consegna il Biglietto Doppio al giocatore e suggerisce di darne uno al rivale. Una volta lasciata la casa, il giocatore fa conoscenza con Lyris e scopre che ella è a conoscenza del potere del giocatore di usare la Megaevoluzione. Dopo che Lyris fugge, il giocatore scopre che ella ha rubato la Pietrachiave del rivale, e che Lyris dopo il furto si è diretta a Petalipoli, non prima di essere stato avvisato della bravura di Lyris come Allenatore.

Petalipoli

Arrivato a Petalipoli, il giocatore nota che Lino viene minacciato da Rossella/Alan davanti alla sua casa. Il loro obiettivo è ottenere una Pietrachiave per un motivo sconosciuto. Avvicinandosi, il giocatore nota che Lino nega di possedere una Pietrachiave e chiama il giocatore per nome da dietro Rossella/Alan, causando una lotta per ottenere la Pietrachiave del giocatore. Una volta sconfitti, Rossella/Alan dichiara di dirigersi alle Cascate Meteora. Lino informa il giocatore di aver smarrito la Pietrachiave prima dell'arrivo del Magmatenente/Idrotenente; nel frattempo, Rocco contatta il giocatore via PokéNav, con una funzione sconosciuta allo stesso in quanto era ancora in via di sviluppo alla Devon SpA. Egli chiede al giocatore di andare a Ferrugipoli.

Ferrugipoli

Arrivato a Ferrugipoli, il giocatore deve andare alla Devon SpA su richiesta di Rocco che lo attenderà fuori. Accompagnerà il giocatore all'ultimo piano per incontrare suo padre, Pierangelo Petri, il quale ha una lunga storia da raccontare. Il Sig. Petri racconterà di un'arma creata da un uomo 3000 anni prima per mettere fine ad una guerra in una regione lontana, un'arma alimentata dall'energia vitale dei Pokémon. La Devon ha sviluppato quella sorgente di energia nell'Energia Devon. A quel punto racconta al giocatore dell'asteroide che è in rotta di collisione con il pianeta, e di come abbiano un piano per evitare il pericolo usando un razzo Devon. Per aiutarli nel piano, il Sig. Petri chiede al giocatore di recarsi alla Grotta Pietrosa e recuperare un Frammento di Meteorite, che è una parte fondamentale del loro piano. Dirà a Rocco di prendere il Cavo Link che gli ha dato e di andare al Centro Spaziale di Verdeazzupoli per iniziare i preparativi.

Grotta Pietrosa

Nella Grotta Pietrosa, il giocatore troverà Lyris e Siryl,il suo Whismur, nella stanza con le pitture rupestri. Lei rivelerà che quelle pitture sono state fatte dai suoi antenati, e alludono ad un'altra pittura raffigurante la Megaevoluzione. Voltandosi verso il giocatore, Lyris chiederà di battersi. Dopo la lotta Lyris darà al giocatore un Frammento di Meteorite, ma prima di andarsene, chiederà al giocatore quali sono le sue motivazioni e se conosce davvero tutta la verità. Appena sarà andata via, il giocatore verrà chiamato da Rocco tramite il Multi PokéNav, chiedendo di raggiungerlo velocemente al Centro Spaziale.

Verdeazzupoli

Al secondo piano del Centro Spaziale di Verdeazzupoli, il giocatore troverà Rocco e il Professor Cosmi. Dopo aver ricevuto il Frammento di Meteorite, il professore spiegherà il piano per dirottare l'asteroide. Questo riguarda l'invio di un razzo sfruttando l'Energia Devon che lo alimenta con l'energia vitale come quella trovate nelle Pietrechiavi per ricreare l'immensa energia usata per la Megaevoluzione. Questa energia sarà lanciata dal razzo per creare un portale dimensionale sulla rotta dell'asteroide, che lo trasporterà da qualche parte lontano.

Nel mezzo della spiegazione del Professor Cosmi apparirà Lyris, avvertendo che utilizzando l'Energia Devon si commetteranno solo gli stessi errori del passato. Rivelerà che questo piano causerà una nuova e più grande atrocità. Esprimerà il suo disappunto nel constatare che, nonostante tutta la conoscenza umana e la tecnologia, non sono riusciti a trovare un piano migliore.

Dopo che Lyris sarà andata via, il Professor Cosmi continua, spiegando che per creare il portale dimensionale richiederà un altro Frammento di Meteorite, che può essere trovato solo alle Cascate Meteora. Sentendo questo, Rocco partirà alla volta delle Cascate Meteora, dicendo al giocatore di seguirlo il più presto possibile.

Cascate Meteora

Alle Cascate Meteora, il giocatore troverà Rocco alla fine della stanza sopra le cascate insieme ad una donna che verrà presentata come una discendente dei Draconidi. I Draconidi hanno il compito di tramandarsi la conoscenza e la storia della Megaevoluzione, iniziata con Rayquaza. La donna spiegherà che, nel passato, quando un grande disastro colpì Hoenn, il Custode del Segreto espresse un desiderio a Rayquaza davanti ad una pietra illuminata con i colori dell'arcobaleno. In risposta al desiderio, il corpo di Rayquaza divenne avvolto dalla luce e si sarebbe trasformato guadagnando un potere anche più grande. La donna afferma che più tardi la gente avrebbe chiamato questo fenomeno "Megaevoluzione".

La donna continua spiegando che il Custode del Segreto è la persona che ha ereditato la conoscenza e il potere di invocare Rayquaza se il mondo è di nuovo minacciato. Allora rivela che Lyris è l'attuale Custode del segreto e che è stata proprio lei ad insegnare al Team Magma\Team Idro come risvegliare Groudon\Kyogre, pianificando di usare quella minaccia per poter invocare Rayquaza cosicché avrebbe potuto chiedergli di fermare l'asteroide.

Rocco è sorpreso nell'apprendere che Lyris sia stata coinvolta nel risveglio dell'antico Pokémon nonostante sapesse la devastazione e l'inevitabile sacrificio che avrebbe causato. La donna sostiene che il bilanciamento è la regola che governa il mondo e che anche la soluzione di Rocco comprende qualche sacrificio. Lei informa che Lyris rimarrà ferma sulle sue convinzioni fino alla fine anche se questo significherà sacrificare la propria vita.

Turbato da quanto appreso, Rocco decide di tornare alla Devon SpA

Ferrugipoli

Quando il giocatore tenterà di entrare nella Devon SpA, uno Scienziato correrà fuori inseguito da un gruppo di reclute del Team Magma\Team Idro. Dopo averli sconfitti, lo Scienziato spiega che un membro del Team Magma\Team Idro (Rossella\Alan) ha rubato il dispositivo di controllo del Cavo Link. Crede che siano diretti al Centro Spaziale di Verdeazzupoli, dove si trova anche Rocco.

Verdeazzupoli

Appena il giocatore si avvicinerà al Centro Spaziale, si vedranno Rossella\Alan e un gruppo di reclute che entreranno nel Centro Spaziale. Entrando nel Centro Spaziale il giocatore troverà la maggior parte dei visitatori e degli scienziati nervosamente raggruppati nella parte opposta alle reclute del Team Magma\Team Idro che bloccano le scale che portano al secondo piano. Dopo aver sconfitto le reclute in una lotta di gruppo, il giocatore troverà Rossella\Alan faccia a faccia con Rocco e il Professor Cosmi.

Dopo il fallimento del piano del suo leader, Rossella\Alan decide di far esplodere il razzo, che contiene anche più potenza rispetto all'Arma Suprema della guerra di 3000 anni prima, distruggendo il mondo e raggiungendo gli obiettivi del Progetto AZOTH. Rocco implora il giocatore ad aiutarlo a fermarli.

Dopo la sconfitta di Rossella\Alan, Syril apparirà e ruberà il dispositivo di controllo prima che il giocatore abbia la possibilità di prenderlo. Lyris comparirà affermando che il dispositivo di controllo può essere sia la speranza di salvezza del mondo ma anche ugualmente la terribile tragedia per un altro pianeta. Lyris racconta la storia della sua gente e quello che hanno passato attraverso le generazioni: che il meccanismo delle Megaevoluzioni ha portato alla creazione di distorsioni nel mondo e all'esistenza di altri mondi. Lyris ipotizza che in un altro mondo la Megaevoluzione sia sconosciuta, che la guerra di 3000 anni prima non sia mai avvenuta, che l'Arma Suprema non sia mai stata costruita e di conseguenza non hanno la tecnologia per salvarsi dall'asteroide che verrebbe teletrasportato nel loro mondo.

Riluttante alla possibilità che un altro mondo indifeso potrebbe essere messo in pericolo solo per salvare il proprio, Lyris distrugge il dispositivo di controllo. Rocco e il Professor Cosmi sono costernati nel vedere distrutta la loro speranza, ma Lyris afferma che sarà in grado di proteggere entrambi i mondi.

Lyris si lancia contro Rossella\Alan e ruba la Pietrachiave. Prima di andare via, Lyris dice che si recherà nel covo del Team Magma\Team Idro.

Rifugio Team Magma\Team Idro

Entrando nelRifugio del Team Magma\Rifugio del Team Idro, il giocatore noterà un gruppo di reclute, raggruppate intorno all'entrata, che hanno incontrato Lyris che si faceva strada nel rifugio. Mentre il giocatore si avventura nel rifugio, altre reclute, in allarme dopo l'intrusione di Lyris, lotteranno con il giocatore.

Quando il giocatore arriva alla stanza di Max\Ivan, arriverà appena in tempo per assistere alla vittoria di Lyris contro il leader. Prima che il giocatore possa fermarla, Lyris ruba la Pietrachiave di Max\Ivan. Dopo ciò Lyris dice di aver tutto il necessario per poter invocare Rayquaza. Prima di andar via, Lyris invita il giocatore a seguirla nella Torre dei Cieli.

Dopo l'uscita di Lyris, Max\Ivan ordinerà a Ottavio\Ada di dare al giocatore la sua Megapietra (Cameruptite\Sharpedite), ormai inutile senza la Pietrachiave, e incoraggia il giocatore ad opporsi contro Lyris.

Rocco chiamerà il giocatore sul Multi PokéNav. Dopo aver aggiornato Rocco sugli eventi accaduti, questi inizia a comprendere e chiede al giocatore di incontrarlo ancora una volta al Centro Spaziale di Verdeazzupoli.

Verdeazzupoli

Al Centro Spaziale, Rocco rivela che solo un Custode del Segreto, che ha il compito di tramandare la conoscenza del mondo antico, può entrare nella Torre dei Cieli. Rivela che anche Adriano è un Custode del Segreto e conosce il modo di rimuovere il sigillo della Torre dei Cieli. Rocco decide di restare con il professore e il suo team per cercare un altro modo per fermare l'asteroide, lasciando il compito di fermare Lyris al giocatore. Rocco avvisa il giocatore di cercare Adriano nei pressi della Grotta dei Tempi a Ceneride.

Ceneride

Fuori dalla Grotta dei Tempi, Adriano, avendo sentito Rocco, spiega che, come discendente dell'antico popolo, può aprire la strada per la Grotta dei Tempi per il giocatore. Spiega anche che la Grotta dei Tempi è un altare costruito per Rayquaza, e che solo i Draconidi conoscono il modo per invocare Rayquaza.

Adriano dice al giocatore di raggiungerlo alla Torre dei Cieli appena possibile. Informa il giocatore che la Torre dei Cieli è situata in una piccola isola del Percorso 131.

Percorso 131

Quando il giocatore arriva sull'isola dove è situata la Torre dei cieli, Adriano ha già rimosso il sigillo e sta aspettando il giocatore. Prima di permettere al giocatore di entrare, comunque, gli chiederà di provare di avere il potere di affrontare ciò che gli aspetta e lo sfida in una lotta.

Dopo che il giocatore avrà sconfitto Adriano, questi acconsentirà a farlo entrare ma non potrà accompagnarlo all'interno. Invece, Adriano farà ritorno a Ceneride per tentare un suo piano.

Torre dei Cieli

Il giocatore è accolto da Lyris una volta entrati nell'area principale. Lyris narra la storia dei discendenti del popolo delle meteore, una parte per piano. Una volta arrivati all'altare, Lyris prova a evocare Rayquaza senza successo, in quanto non ha abbastanza energia per megaevolversi. Rayquaza, improvvisamente, consuma il Meteorite della borsa del giocatore e sfida il giocare una lotta, rimanendo sulla Torre finché non viene catturato. In seguito, Lyris sfida il giocatore a una lotta finale, impaziente di testare le sue abilità contro Rayquaza. Una volta sconfitta, il giocatore indossa una tutta spaziale e sale su Rayquaza per andare nello spazio e bloccare il meteorite.

Il giocatore, nello spazio, scopre che il meteorite era un'imbarcazione per il Pokémon Mitico Deoxys, che gli permetteva di muoversi nello spazio. All'inizio appare a forma di tetraedro, teletrasportandosi da una parte all'altra dello schermo, poi tornando al centro e assumendo la Forma Normale di Deoxys. Con Mega Rayquaza nella propria squadra, il giocatore deve lottare contro Deoxys, con una possibilità di catturarlo. Se il Pokémon non viene catturato ma sconfitto, riapparirà sulla Torre dei Cieli una volta sconfitti i Superquattro e il Campione.

Lotte

Rossella

Prima lotta

Seconda lotta

Alan

Prima Lotta

Seconda Lotta

Lyris

Prima lotta

Seconda lotta

Adriano

Rayquaza

Deoxys

In altre lingue

Link Esterni